Muffa e umidità in casa: scopri come risolvere il problema.

Come scrivevo nell’articolo precedente, chi non ha mai visto macchie di umidità sui muri, muffa o condensa sui vetri?

Scopri come agire in presenza di muffa umidità e condensa in casa tua.

In realtà una volta si conosceva ma non generava grossi problemi, le finestre senza guarnizioni e i cassonetti delle tapparelle come si facevano negli anni ’70 pur stando chiuse ricambiavano l’aria almeno tre volte al giorno. Sicuramente disperdevano molto più calore ma proprio questo ricambio d’aria evitava che si potesse accumulare umidità.

Oggi la situazione si è completamente ribaltata: i serramenti delle sono diventati molto isolanti. I cassonetti se coibentati sono in linea con il serramento, le sigillature di nuova generazione eseguite con nastri auto espandenti e barriere al vapore non permettono più nessun tipo di areazione.

A questo punto l’umidità non ha più vie di uscita, resta in casa generando diversi problemi:

  • Muffe.
  • Condensa superficiale.
  • Umidità sui muri.
  • Problemi di salute.
  • Vestiti che sanno di muffa.

Come possiamo vivere le nostre case in maniera salutare evitando muffa e condensa?

Semplice, arieggiando! Basta aprire e chiudere le finestre per tenere l’umidità sotto i valori pericolosi ed evitare la formazione di muffa e condensa. Per questo consiglio di acquistare un termoigrometro da poche decine di euro e di tenerlo sotto controllo.

Esempio di termoigrometro.

Uno strumento come questo è utilissimo in quanto vi fa capire subito cosa succede nelle vostre stanze, quanta umidità hai in casa e di conseguenza se c’è pericolo di muffa. Tieni in considerazione che per vivere bene l’umidità dovrebbe stare tra i 50 e il 60 % oltre questi valori noi esseri umani non viviamo bene.

In realtà ho scritto ancora un altro articolo che ti converrebbe leggere in cui spiego il fenomeno della condensa superficiale, quel fenomeno fisico che purtroppo fa condensare l’umidità presente nelle nostre abitazioni sulle pareti facendo proliferare le muffe con tutti i rischi che ne conseguono.

Torniamo però a come arieggiare in maniera corretta per evitare muffe e condensa.

Il concetto è semplice, più finestre aperte per il minor tempo possibile….

Spesso parlo con persone che mi dicono: “lascio la finestra a ribalta per tutto il giorno ma poi ho la casa gelida” ecco questo è il modo sbagliato di arieggiare.

In realtà in inverno bisogna fare esattamente l’opposto, aprire tutte le finestre di una stanza o di una casa per pochi minuti (anche solo 2/3) bastano per cambiare completamente l’aria di un abitazione senza far raffreddare i muri.

Così facendo pochi minuti dopo aver chiuso le finestre avrai nuovamente le tue stanze calde perché la massa termica dei muri cederà il suo calore all’aria e riporterà le temperature iniziali nelle stanze.

Ma in questo modo perderai calore, come fare per non disperderlo?

Esistono delle apparecchiature elettriche chiamate VMC (ventilazione meccanica controllata), hanno proprio la funzione di cambiare l’aria disperdendo pochissimo calore e consumando pochissima energia, la stessa utilizzata da un PC acceso.

Queste macchine fanno quello che faresti tu aprendo e chiudendo le finestre ma in automatico e in maniera costante così da evitare che in casa tua si formino muffe e condensa.

Immagina in pieno inverno con 0° fuori di avere due finestre aperte dove da una esce l’aria calda a 20° umida e ricca di anidride carbonica e dall’altra entra aria a 18° ricca di ossigeno e con pochissima umidità. Ecco questo è quello che generano le VMC.

Inoltre sono anche molto gradevoli e poco invadenti, c’è la possibilità di metterle applicare al muto o inserita quasi totalmente nella muratura rendendole praticamente invisibili.

WMC da incasso

Non sono da confondere con condizionatori o deumidificatori che in realtà trattano l’aria senza ricambiarla così facendo continuerai sempre a respirare la tua aria viziata.

Per te ho preparato anche questo articolo in cui parlo in maniera più approfondita delle VMC, al momento le ritengo l’unica vera soluzione al problema e per vivere una casa in maniera serena ed energeticamente efficiente non puoi assolutamente farne a meno, trovi cliccando qui.

Nel caso te lo fossi perso qui puoi trovare l’articolo in cui descrivo le problematiche che possono creare le muffe in casa.