Vetri temprati o vetri stratificati; quali sono le differenze?

I vetri di sicurezza non sono tutti uguali!

Per normativa tutti i vetri posti al di sopra del metro di altezza nel lato interno devono essere vetri antinfortunio.

Nel lato esterno è facoltativo anche se molto consigliato.

Mentre sotto il metro devono esserlo in entrambi i lati , esistono però due modi per ottenere vetri antinfortunio, la tempra e la stratifica.

A livello termico non fa alcuna differenza lo spessore del vetro, se temprato piuttosto che stratificat perchè il potere isolante di un vetro viene dato dal gas interno, dal rivestimento basso emissivo e in fine dalla canalina a taglio termico.

Come si ottiengono i vetri di sicerezza temprati?

Si prende la lastra da cui vengono tagliati i vetri a misura secondo le necessità;

Prima di diventare vetri di sucurezza, vengono poi molati e inseriti in un forno che porta la temperatura a 640°.

Tale temperatura non basta per sciogliere il vetro, che quindi manterrà la sua forma; dopo aver raggiunto tale temperatura verrà rapidamente raffreddato con dei getti d’aria.

Questo procedimento rende il vetro circa 5 volte più resistente rispetto al vetro normale ma lo rende molto fragile; il raffreddamento superficiale crea delle tensioni interne che in caso di urti specialmente sul perimetro tendono a far esplodere facilmente il vetro.

Le caratteristiche dei vetri temprati di sicurezza:

  • La minor massa si traduce in minor isolamento acustico, generalmente sulle finestre si montano i vetri da 4 mm temprati su ogni lato per cui se voglio ottenere un elevato confort acustico devo prediligere un vetro stratificato.

  • Minor resistenza allo scasso a causa del trattamento termico, se sono in una zona a riscioè consigliabile utilizzare un vetro stratificato poichè la pellicola nel mezzo respinge meglio senza esplodere al al tentativo di effrazione nonostante il vetro temprato sia 5 volte più duro di un vetro normale.

  • Visione distorta, la ricottura se non è fatta con sistemi all’avanguardia da grandi colossi oltre a deformare leggermente il vetro causa spesso delle micro imperfezioni che rendono la visione attraverso il vetro decisamente meno piacevole.

  • Trasparenza, un vetro da 4 mm è sicuramente più trasparente di un 6 o 8 mm di uno stratificato per cui rende più piacevole la vista verso l’esterno e senza grossi viraggi di colore.

  • Leggerezza, la minor massa fa risparmiare anche 10/15kg ad anta stressando meno la struttura e di conseguenza permettendo aperture più ampie con profili ridotti.

Come sono fatti i vetri di sicurezza stratificati ?

Dopo la produzione il vetro normale le lastre vengono accoppiate interponendo, tra esso, strati di polivinilbutirrale detto PVB.

Il PVB non è altro che una pellicola trasparente che evita al vetro in caso di rottura di rompersi in pericolosi triangoli assassini;

Anzi li tiene al loro posto e nello stesso tempo lo rende anche efficace contro le intrusioni e più pellicole inseriamo più rendiamo spessi i vetri e più tutto l’insieme diventerà resistente.

Le caratteristiche dei vetri stratificati.

  • Maggiore massa dato dallo spessore minimo di 6mm (3+3) si traduce in un maggiore abbattimento acustico.

  • Eliminazione del 99% dei raggi UVA, la pellicola posta tra le lastre impedisce il passaggio dei raggi UVA lasciando passare la luce; così avrai

  • massima luminosità e mai più pavimenti o divani scoloriti; le pellicole che vengono interposte tra le lastre di vetro trattengono il 99% di raggi UVA.

  • Maggiore sicurezza antieffrazione; la pellicola nel mezzo rende il vetro molto più sicuro rispetto a un temprato.

  • Può diventare un vetro antiproiettile aumentando gli spessori e il numero di pellicole.

Ricapitolando:

Come avrai ben capito se hai letto già qualche mio articolo, non esiste un prodotto migliore in assoluto ma solo prodotti che soddisfano determinate esigenze.

Un vetro temprato va bene se non hai particolari esigenze avustiche o di sicurezza mentre uno stratificato copre meglio quelle casistiche in cui abbattimento acustico e resistenza la fanno da padrone.

Se devi scegliere i tutoi nuovi serramenti e non sai quale materiale è meglio utilizzare per soddisfare le tue esigenze puoi leggere questo articolo che ho scritto appositamente.