Ecobonus 2020 al 110%: cosa è previsto per i serramenti?

Si può parlare di sconto in fattura e cessione del credito con l’Ecobonus 2020 per la sostituzione dei vecchi infissi? Ecco tutto quello che devi sapere per accedere alla maxi detrazione prevista dal Decreto Rilancio.

Ecobonus 2020: è possibile sostituire gli infissi sfruttando la detrazione del 110%?

Negli ultimi giorni non si fa altro che parlare del Decreto Rilancio e di tutte le misure previste per far ripartire l’economia del nostro Paese.

Il lockdown ha messo in difficoltà tutti i settori, compreso quello dell’edilizia. Proprio per l’edilizia è stato previsto un potenziamento della detrazione fiscale per tutti gli interventi volti ad migliorare l’efficienza energetica degli edifici.

Perfetto, basta cambiare gli infissi per accedere al superbonus”.

Non è proprio così.

È vero che un intervento mirato alla sostituzione dei vecchi infissi può migliorare l’efficienza energetica di un edificio, ma non basta per accedere all’ormai famoso “110%” che è sulla bocca di tutti.

Non si fa altro che parlare di cessione del credito e sconto in fattura Ecobonus 2020, ma le cose non sembrano essere chiare per tutti.

Ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo.

Se devi sostituire i tuoi vecchi infissi, devi sapere alcune cose prima di esclamare a gran voce “Evviva, quest’anno cambio tutte le finestre di casa gratis!”

Che cosa prevede il Decreto Rilancio in merito alla sostituzione dei vecchi infissi?

Ecobonus 2020 infissi: vale sempre la detrazione al 110%?

L’articolo 119 del Decreto Rilancio mette in risalto quelli che sono gli “interventi trainanti”.

Nel testo sono chiaramente indicati gli interventi, da effettuare tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, che danno diritto alla detrazione del 110%:

  • isolamento termico delle superfici opache orizzontali e verticali dell’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo (cappotto). In questo caso, la detrazione è calcolata per una spesa massima di 60.000 euro per unità immobiliare.
  • Sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione a pompa di calore (anche impianti ibridi o geotermici e abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici). Intervento previsto sia per condomini che per edifici unifamiliari, per una detrazione calcolata su una spesa complessiva di 30.000 euro per unità immobiliare.

Ho “ridotto all’osso” il testo dell’articolo del Decreto Rilancio proprio prendendo come riferimento quelli che, appunto, possono essere definiti come “interventi trainanti”.

E per i serramenti?

Non si può parlare di un vero e proprio Ecobonus 2020 infissi, ma è possibile accedere alla detrazione del 110% anche per la sostituzione dei vecchi serramenti.

Come?

È importante sottolineare che i principali interventi previsti dal Decreto Rilancio e specificati nell’articolo 119 (“Incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici”)assicurano la maxi detrazione a precise condizioni.

Quali sono le condizioni?

Il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio, ovvero se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E).

La detrazione è destinata alle persone fisiche per le spese sostenute nell’abitazione principale, che può non coincidere con la prima casa. In sostanza, si fa riferimento all’abitazione dove si vive.

Infatti, per le seconde case non è prevista alcuna detrazione, a meno che sia un appartamento facente parte di un condominio, mentre per le villette unifamiliari intese come “seconda casa” non si può parlare di superbonus.

Veniamo al dunque.

Anche per la sostituzione dei vecchi serramenti è prevista la detrazione del 110% dell’Ecobonus 2020, ma solo quando tale intervento è sommato ad uno dei quelli “trainanti”.

Sconto in fattura e cessione del credito: cosa prevede l’Ecobonus 2020?

Chiarito che, solo abbinando la sostituzione dei tuoi vecchi serramenti a uno degli interventi indicati nel testo dell’articolo 119 puoi ottenere la detrazione del superbonus al 110% – cosa che vale anche per l’installazione di pannelli fotovoltaici e colonnine per la ricarica delle auto elettriche – è doveroso sottolineare quanto espresso dall’articolo 121 del Decreto Rilancio.

L’articolo 121, rubricato “Trasformazioni delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito di imposta cedibile”,prevede 2 alternative per chi effettua i lavori di miglioramento dell’efficienza energetica di un edificio.

Chi ha diritto alla detrazione del 110% può, in luogo della stessa detrazione, optare tra:

  • un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi. Quest’ultimo potrà recuperare il tutto come credito d’imposta, con successiva facoltà di cessione del credito ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari;
  • trasformazione del corrispondente importo della detrazione in credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

Provo a riassumere e semplificare il concetto.

Se hai diritto alla detrazione puoi “appaltare i lavori” per 100 e incassare uno sconto in fattura della stessa portata dal fornitore che hai scelto. Quest’ultimo può incassare la liquidità dalla banca, cedendo un credito fiscale da 110.

Resta da chiarire solo una cosa: come accedere alla detrazione?

Quale documentazione è richiesta per ottenere gli incentivi Ecobonus 2020?

Cosa devi fare per accedere agli incentivi fiscali previsti dall’Ecobonus?

2 sono le cose a cui prestare attenzione:

  • è necessario un Attestato di Prestazione Energetica dell’edificio (A.P.E.) redatto da un tecnico abilitato, da fare prima e dopo gli interventi, per verificare il miglioramento dell’efficienza energetica. Nella stessa dichiarazione “asseverata” dovrà essere attestata la congruità delle spese sostenute. 
  • Visto di conformità fiscale che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione.

2 punti da non sottovalutare, perché lo stesso Decreto Rilancio al comma 14 dell’articolo 119 prevede una sanzione amministrativa che va dai 2.000 euro ai 15.000 euro per ogni attestazione o asseverazione infedele, con conseguente decadenza del beneficio fiscale.

Inoltre, il professionista che dovrà asseverare (certificare) i lavori, dovrà obbligatoriamente avere una polizza assicurativa di responsabilità civile, per eventuali danni provocati dall’attività, con un massimale di almeno €500.000 euro, come garanzia per il cliente e per le casse dello Stato in caso di danno.

Qual è il mio consiglio?

Rivolgiti solo a professionisti qualificati, anche perché le spese che dovrai sostenere per ricevere tutta la documentazione richiesta dall’Ecobonus 2020 sono detraibili.

Ecobonus 2020: quali sono le spese ammissibili?

Per tutti i lavori di riqualificazione energetica effettuati tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, è possibile, con relativa certificazione, godere dei benefici fiscali previsti dall’Ecobonus.

Per quanto riguarda le spese ammissibili è possibile fare una piccola divisione in base allo specifico intervento.

Spese intervento isolamento termico edificio

È possibile beneficiare della detrazione per tutte le spese sostenute per il rifacimento del cappotto dell’edificio, e nello specifico:

  • fornitura e posa del materiale isolante e materiali funzionali alla realizzazione (certificati CAM);
  • eventuale realizzazione di strutture murarie a ridosso di quelle preesistenti per il miglioramento delle caratteristiche termiche;
  • opere provvisorie e accessorie strettamente necessarie all’intervento (es. ponteggi);
  • spese professionali (progetti, direzione lavori, ecc.);
  • spese per documentazione tecnica necessaria (es. A.P.E.);
  • spese per oneri amministrativi.

Spese detraibili per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento

È possibile beneficiare della maxi detrazione per:

  • interventi di idraulica e opere murarie necessarie per la sostituzione dell’impianto esistente;
  • adeguamento della rete di distribuzione, sistemi di accumulo, sistemi per trattamento dell’acqua;
  • posa e fornitura di tutti i dispositivi termici, elettrici ed elettronici, meccanici;
  • smontaggio e smaltimento del vecchio impianto;
  • spese professionali, per documentazione e oneri amministrativi.

Sconto immediato Ecobonus 2020 infissi: il punto della situazione

110% o 50%?

Devi sostituire i tuoi vecchi infissi?

Non dimenticare che:

  • per la sostituzione dei vecchi infissi è prevista la detrazione del 110% solo quando è abbinata ad uno degli interventi di riqualificazione energetica previsti dall’articolo 119 del Decreto Rilancio.
  • Se la sostituzione dei tuoi vecchi infissi non è abbinata ad altri lavori di riqualificazione, puoi sfruttare il “classicoBonus Infissi con detrazione al 50% in 10 anni.

Ma voglio darti una gran bella notizia: noi di Brianese Serramenti, a Ivrea, ci siamo organizzati perché tu possa usufruire della cessione del credito relativa agli interventi di sostituzione dei vecchi infissi.

Come?

In alternativa alla detrazione del 50% in 10 anni, ti diamo la possibilità di ottenere immediatamente uno sconto pari al 50% del valore del bene, cedendo il credito.

Le linee guida da seguire ancora non sono chiare, ma lo diventeranno quando l’Agenzia delle Entrate, dopo 30 giorni dalla conversione in legge del decreto, invierà i decreti attuativi che ci permetteranno di entrare nel vivo della materia Super Ecobonus 2020.

Se desideri maggiori informazioni e vuoi iniziare a progettare un intervento di riqualificazione energetica della tua casa, partendo proprio dalla sostituzione dei vecchi infissi, contattami per una consulenza.

Sarò felice di mostrarti il mio metodo unico di lavoro, Finestra Evoluta, per un risultato garantito.

L’Ecobonus 2020 spiegato in ogni suo punto

Vuoi conoscere a fondo tutte le sfaccettature dell’Ecobonus 2020 per pianificare al meglio i tuoi lavori?

Non perderti l’appuntamento live con Finestra Evoluta Live – Gli specialisti della casa.

Sulla pagina Facebook di Brianese Serramenti, venerdì 29 maggio 2020, ore 20.30, puoi partecipare alla diretta per schiarirti le idee sulle misure previste dal Decreto Rilancio.

Tante informazioni e approfondimenti, con l’intervento di un architetto e un commercialista.

Non perdere questo appuntamento.

-Anna Muoio,

Responsabile amministrazione e contabilità Brianese Serramenti.